Stefano Donno on twitter

venerdì 22 gennaio 2016

Una stagione all'inferno-Poesie-Illuminazioni di Arthur Rimbaud (Giunti Demetra)
























Dopo aver rovesciato la sua furia su ogni cosa, ora, in "Una stagione all'inferno", Rimbaud si scaglia contro se stesso con una lingua secca, nervosa, tagliente. Non è pentito, è solo più consapevole. E per di più stanco e sfiduciato... L'alcol, la droga, il sesso, l'erranza e l'ozio quotidiano lo hanno condotto al di là di un confine oltre il quale si è aperta l'immensità del vuoto. Uno scacco, per chi cercava la pienezza... Così Rimbaud, dopo aver tentato di purificare il mondo immergendolo in lavacro velenoso, alla fine deve riconoscere la propria amara sorte di angelo sfigurato. Introduzione di Alessandro Quattrone.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Macro pop 2